Interventi a sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili

Conferma delle misure attivate nel 2014 e azioni migliorative (DGR 2942/2014)

Regione Lombardia con la DGR 2942/2014, “Interventi a sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili ai sensi della DGR.116/2013: secondo provvedimento attuativo – conferma delle misure avviate nel 2014 e azioni migliorative”, come da D.G.R. n° 856/2013, ha approvato la prosecuzione delle misure già attivate per l’anno 2014 a sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili, rivolte alle persone residenti in Regione Lombardia e iscritte al Sistema Sanitario Regionale, arricchendole di azioni migliorative.


Misura residenzialità leggera/assistita

Destinatari: persone che presentano condizioni di fragilità, che abbiano compiuto 60 anni, che si trovino in condizioni di fragilità/parziale autosufficienza e che necessitano di una soluzione abitativa con caratteristiche di protezione.

Azioni previste: Gli interventi e prestazioni dell’azione vengono attuati in contesti abitativi singoli o comunitari che, pur mettendo a disposizione servizi comuni di carattere generale, garantiscono alle persone di rimanere nel proprio contesto di vita, in ambiente controllato e protetto.

Per la misura sono previsti due livelli di intensità del bisogno, bassa e media intensità, a cui corrispondono due tipologie di voucher di differente valore, che verrà corrisposto dall’ASL al soggetto erogatore scelto.

Le persone destinatarie di questa azione possono accedere anche ai servizi domiciliari e territoriali sociali e sociosanitari.

Accesso: avviene a seguito di valutazione multidimensionale del bisogno da parte dell’ASL.

Chi eroga le prestazioni: RSA accreditate/autorizzate, Min Alloggi inclusi nell’elenco ASL. Sono le strutture cha hanno fatto richiesta alla ASL MB di poter erogare la misura 2 della DGR X/856/12, confermano l’adesione alla DGR X/2942/2014 e, rientrando nei criteri regionali, sono autorizzate all’erogazione.


Misura residenzialità per minori con gravissima disabilità

Destinatari: minori con gravissime disabilità non assistibili al domicilio che necessitano di assistenza continua nell’arco delle 24 ore.

Azioni previste: prestazioni sociosanitarie di residenzialità di tipo continuativo che prevedono la presa in carico integrata del minore e della famiglia, fornendo anche prestazioni psicologiche per permettere alla famiglia di meglio affrontare la situazione.

Per la misura sono previsti due livelli di intensità del bisogno, media e alta intensità, a cui corrispondono due tipologie di voucher di differente valore, che verrà corrisposto dall’ASL al soggetto erogatore scelto.

Accesso: può avvenire a seguito di richiesta:

-       Dei genitori, con valutazione dell’ASL, accompagnata da diagnosi dell’UONPIA/reparto pediatrico dell’Azienda Ospedaliera, o da altra struttura sanitaria

-       Del comune di residenza di chi esercita la potestà, in presenza di un decreto dell’autorità giudiziaria minorile

-       Con invio diretto da parte dell’Azienda Ospedaliera a seguito di dimissioni dopo un risovero, al fine di ridurre al minimo gli spostamenti del bambino quando le condizioni cliniche lo richiedono, previa:

  • Valutazione dell’ ASL se necessario anche prima delle dimissioni, o all’arrivio del bambino in struttura, qualora la struttura sia già stata individuata
  • Sottoscrizione da parte dei genitori o del tutore del consenso al trasferimento dalla struttura ospedaliera alla Comunità residenziale.

Chi eroga le prestazioni: Nell’elenco non risultano strutture che erogano questo tipo di prestazioni sul territorio dell’ ASL di Monza e Brianza. Le persone   con i requisiti previsti dalla misura possono comunque usufruire delle prestazioni erogate da strutture afferenti ad altre ASL. Per informazioni rivolgersi allo Sportello Unico del Welfare del proprio Distretto sociosanitario di residenza.

 

Misura RSA aperta

Destinatari: persone affette da demenza/Alzheimer o altre patologie di natura psicogeriatrica.

La misura si rivolge anche a persone non autosufficienti che abbiano compiuto i 75 anni.

Azioni previste: servizi/interventi/prestazioni erogati dalle RSA, per una presa in carico integrata della persona residente al proprio domicilio.

I servizi/interventi/prestazioni sono erogabili sia presso la RSA, sia presso l’abitazione della persona, in un’ottica di mantenimento e miglioramento del benessere. Le azioni, in relazione ai profili di bisogno definiti, compongono pacchetti  di bassa, media o alta intensità, composti da prestazioni che rispondano ai bisogni delle persone.

La misura prevede, interventi flessibili, quali ad esempio integrazione del lavoro del caregiver, addestramento del caregiver a interventi di stimolazione cognitiva, adattamento degli ambienti ecc., adeguati ai bisogni della persona ed erogabili dalle RSA sia a domicilio sia in struttura.

Le prestazioni possono essere variamente combinate ed erogate nell’arco temporale previsto dal Progetto individuale in base ai bisogni della famiglia e della persona.

Accesso: avviene a seguito di valutazione multidimensionale del bisogno da parte dell’ASL.

Chi eroga le prestazioni: RSA incluse nell’elenco ASL.

 

> ELENCO DEGLI ENTI EROGATORI

 

Informazioni:

  • La persona interessata può richiedere informazioni generali rispetto alle misure:
    - Recandosi direttamente al Servizio Unico Welfare del Distretto sociosanitario di residenza
    - Telefonando ai numeri dei SUW
    - Mandando una mail ai SUW
  • Per prenotare un appuntamento per la valutazione multidimensionale del bisogno la persona deve:
    - compilare il modulo di richiesta accesso alle misure della DGR X/2942/2014 e inviarlo via mail al SUW del Distretto di residenza.
      La persona sarà contattata direttamente da un operatore ASL che comunicherà data e luogo dell’appuntamento per la valutazione
      e indicherà l’eventuale documentazione da portare
    oppure  
    - recarsi direttamente al Servizio Unico Welfare del Distretto sociosanitario di residenza.

 

Per ulteriori informazioni o chiarimenti al riguardo, rivolgersi ai seguenti numeri telefonici:
Servizio Disabilità
Viale Elvezia 2 MONZA
Tel 0392384081 – 0392384052
e-mail: segreteria.disabili@ats-brianza.it; responsabile.disabili@ats-brianza.it

 


Informativa riservata agli Enti Gestori - DGR 2942/14

Gli Enti gestori che hanno presentato la loro candidatura nell’anno 2014, e che ritengono di confermare il loro impegno anche per l’anno 2015, non dovranno ricandidarsi ma dovranno sottoscrivere un nuovo contratto per l’anno 2015 con l’ASL Monza e Brianza.

Gli Enti gestori che si candidano per la prima volta devono:

  • Compilare la domanda di candidatura
  • essere in possesso dei requisiti minimi di cui all’Allegato B della DGR 2942/14 e
  • essere in grado di erogare tutti gli interventi/attività attinenti alla misura specifica per cui si candida
  • accettare le regole fissate dalla DGR 2942/14
  • sottoscrivere il contratto di cui all’ Allegato C della DGR 2942/14 con l’ASL Monza e Brianza.

Di seguito la tabella riassuntiva delle unità d’offerta candidabili per la gestione delle misure previste dalla DGR 2942/2014

MISURE DGR 2942/14

Residenzialità leggera

Residenzialità per minori con gravissima disabilità

RSA Aperta

Presa in carico ambulatoriale delle persone affette da gioco d’azzardo patologico

UNITA’ D’OFFERTA CHE POSSONO CANDIDARSI

 

Alloggi protetti

Case albergo

Comunità alloggio anziani

RSA

Tipologie ex DDGR 3239/12 e 499/13

RSD

CSS

RSA

SERT
SMI

L’ASL verificherà, per i nuovi candidati, il possesso dei requisiti e, per i Soggetti già in elenco, il mantenimento degli stessi.

 

 

ultima modifica 23 marzo 2016

Contenuti correlati:
    Prestazioni e Servizi: